Le novità di condominio con la legge di bilancio 2018

Le novità di condominio con la legge di bilancio 2018

La legge di bilancio 2018 è stata approvata definitivamente e tra le tante novità vi segnaliamo quelle riguardanti la riqualificazione energetica combinate a quelle di riduzione del rischio sismico, realizzate in particolare sulle parti comuni degli edifici condominiali.

La novità più importante…

La novità che salta all’occhio consiste nel fatto che, la detrazione per le spese di riqualificazione energetica è incrementata all’80 o 85% (prima al 70 o 75%, a seconda dei casi), per quegli interventi che determinano il passaggio a una o due classi di rischio inferiore.

Il massimale per gli interventi combinati è al pari della somma dei massimali già operanti per le due categorie di interventi: 40.000 più 96.000, cioè 136.000 moltiplicati per il numero di unità immobiliari del condominio.

La detrazione viene applicata solo se il condominio è collocato nelle zone sismiche 1,2 e 3.

Perché questa novità?

Si è adottata questa misura per rendere più appetibile il bonus sismico.

Il Ministro del Rio, aveva infatti precisato che lo strumento degli incentivi combinati potrà dare un maggior impulso a questa agevolazione fiscale.

Questa detrazione che fonde ecobonus e sismabonus però non sostituisce l’incentivo per la messa in sicurezza sismica degli edifici in quanto resta comunque in vigore così come previsto dalla manovra dell’anno scorso.

Si tratta di un incentivo in aggiunta sia all’ecobonus che al sismabonus fino ad ora in vigore.

Un altra novità: le caldaie a condensazione

Un altra novità della legge di bilancio 2018 sono le caldaie a condensazione: la riduzione iniziale della percentuale di detrazione dal 65 al 50% è stata rivista in modo più conforme all’orientamento della nuova Stratefia Energetica Nazionale.

Perciò, l’aliquota del 50% con la legge di bilancio 2018 è stata confermata e fissata ad una soglia minima qualitativa (classe A) al di sotto della quale le caldaie non sono più incentivate.

Nel caso in cui la caldaia sia sostituita all’installazione di sistemi di termoregolazione evoluti (appartenenti almeno alla classe V), l’aliquota è maggiorata al 65%.

La detrazione spetta anche per l’installazione di apparechi ibridi come pompe di calore integrate con caldaie a condensazione e di generatori d’aria calda a condensazione.

Come ottenere la detrazione massima dall’Ecobonus

Per riuscire ad ottenere il massimo dalla detrazione fiscale per il condominio con l’ecobonus, è indispensabile che l’amministratore proponga in assemblea una diagnosi energetica dell’edificio.

Per gli edifici vecchi, la diagnosi indica interventi migliorativi piuttosto costosi.

Altre detrazioni dalla legge di bilancio 2018

La legge di bilancio 2018 ha inoltre introdotto il Bonus verde e la proroga al 2018 della detrazione del 50% per i lavori di ristrutturazione edilizia.

Inoltre, una nuova detrazione dell’80% per quelle misure antisismiche che portano ad una riduzione di una classe di rischio, realizzate insieme alla riqualificazione energetica.

Grazie alla Legge di Bilancio 2018 si ha a disposizione un fondo di garanzia a sostegno di questi investimenti.

Per essere sempre aggiornato sulle novità e per maggiori notizie sul condominio e sulla gestione di esso, chiedi informazioni a Studio Alberto Ferrari, il punto di riferimento nella provincia di Rovigo per i condomini!

contattaci

By | 2018-02-02T15:58:11+00:00 23 gennaio 2018|Novità|0 Commenti

Scrivi un commento